lun 22 dic 2014 07:53:23 PST
Comprendere la proprietà intellettuale PDF Stampa E-mail

La problematica principale quando si parla di sviluppo della proprietà intellettuale è che, mentre gli strumenti di protezione e tutela sono gli stessi per tutte le PMI, il modo di approcciarsi è unico per ciascuna di esse. L’approccio alla protezione della proprietà intellettuale illustrato in seguito è rilevante per tutte le PMI, non solamente per quelle che operano in Cina. Come in molti altri campi, poche semplici azioni possono portare grandi risultati, ed in questo la proprietà intellettuale non fa eccezione.

Helpdesk customers fall into broad customer profile types (i)Nell’UE ci sono circa 23 milioni di PMI, che rappresentano inoltre il 99% del totale delle imprese. Le PMI creano circa 100 milioni di posti di lavoro in Europa, arrivando in alcuni settori a contare per oltre i tre quarti del totale. Le PMI sono quindi a tutti gli effetti, la spina dorsale dell’economia europea.

Sono centinaia di migliaia le PMI europee, attive in un amplissimo ventaglio di settori diversi, che fanno affari con la Cina, sotto forma di esportazioni, importazioni od investimenti. La maggior parte di queste non ha, o non sa di avere, problemi di contraffazione della proprietà intellettuale in relazione ai propri affari in Cina.

Uno degli obiettivi del China IPR SME Helpdesk, che si rivolge proprio a questo tipo di imprese, è di sensibilizzarle su questo tema ed aumentarene la capacità di sviluppare il valore della PI e la sua protezione, con particolare riferimento al contesto cinese. L’obiettivo primario è quello di insegnare l’importanza delle misure PREVENTIVE per la protezione e la tutela dei DPI. La formazione di stampo pratico, ideata su misura, permetterà alle PMI di comprendere l’importanza del valore della PI e di assumere decisioni strategiche che permetteranno una riduzione dei rischi in questo campo.

Un secondo destinatario dei servizi offerti dall’Helpdesk comprende quelle imprese che hanno già dovuto affrontare problemi connessi alle loro operazioni in Cina. Nel rivolgersi a queste PMI, uno degli obiettivi più importanti è quello di fornire informazioni rilevanti ed opzioni concrete per la risoluzione delle problematiche legate alla PI in cui sono coinvolte.

Entrambi i suddetti gruppi si dividono poi in sottogruppi, che divisi a seconda che facciano parte del settore industriale o di quello dei servizi, del tipo di IP asset, o delle problematiche relative alla tutela dei DPI che hanno incontrato.

È importante che tutte le richieste indirizzate all’Helpdesk contengano l’indicazione relativa alle caratteristiche distintive dell’impresa, così da permetterci di fornirvi un servizio quanto più possibile su misura. Vi incoraggiamo a porci delle domande ed a fornirci informazioni rilevanti sulla vostra impresa che saranno mantenute assolutamente confidenziali.
. The Helpdesk provides common information services relevant to each customer profile. If you have specific questions or queries you are encouraged to use our website to ask a question.

DPI – I fondamentali

Il primo passo per sviluppare il valore e gestire i rischi della PI nella vostra impresa è di sensibilizzare il vostro personale, in particolare consiglio d’amministrazione e dirigenza, su che cosa sono i DPI (ii)I diritti di proprietà intellettuale sono diritti legalmente azionabili all’uso d’invenzioni od altre opere dell’ingegno. Conferiscono il diritto di vietare a terzi l’utilizzo delle stesse. I DPI includono: brevetti e modelli di utilità, disegni e modelli industriali , segreti commerciali, marchi, indicazioni geografiche e copyright. Per maggiori informazioni sulla definizione di PI ed i suoi effetti di questa sui vostri affari, viinvitiamo a consultare la sezione “Trovare la strada giusta per la protezione dei DPI in Cina”.. Sarà in tal modo possibile rispondere ad una domanda strategica in materia di business: perché è necessario proteggere la DPI? (iii)La PI costituisce circa il 75% del valore di mercato di molte PMI, eppure le risorse necessarie per il suo sviluppo e la sua protezione sono spesso sottostimate da queste imprese. Il valore della proprietà intellettuale è determinato dalle sue caratteristiche di unicità e dal diritto di utilizzo esclusivo. Assicurando i flussi delle entrate derivanti dalla vendita di prodotti e servizi, riducendo il rischio futuro associato alla perdita di giro d’affari e ed accrescendo il valore dell’impresa, la protezione della PI riesce a generare un ritorno economico.

Durante la fase di due diligence che precede l’acquisizione di un’impresa, è sempre più comune includere un’audit della proprietà intellettuale. Questa è diretta a valutare l’efficacia della strategia di protezione dei DPI ed il valore degli asset di PI dell’impresa che s’intende acquisire. In questo modo, non solo il valore della PI, ma anche le competenze aziendali, sono considerati parte integrante della valutazione della PMI. Un’impresa con un sistema di PI mal gestito, verrà di conseguenza valutata ad un minor valore di mercato.

In conclusione, data l’importanza della PI per assicurare una società innovativa ed una crescita economica, molti governi promuovono e stimolano l’applicazione di conoscenze scientifiche e le procedure di registrazione dei DPI. La creazione di proprietà intellettuale è un costo per un’impresa, ma se supportata da una strategia efficacele può aggiungere valore.
. Molte imprese, infatti, sviluppano proprietà intellettuale di valore senza nemmeno rendersene conto, e la mettono così in pericolo. Entrambe le questioni richiedono una valutazione costante, di pari passo con l’evoluzione dell’impresa, e sono d’importanza fondamentale per capire come proteggere i DPI (iv)La protezione della proprietà intellettuale richiede che i diritti di PI vengano registrati ed effettivamente fatti valere. Ciò è meglio realizzabile in presenza di una strategia di gestione dei DPI. La priorità per la vostra azienda deve essere quella di acquisire consapevolezza del valore latente e di quello futuro dello sviluppo e della creazione di beni di proprietà intellettuale.

Il consiglio d’amministrazione è responsabile della strategia aziendale e deve assolutamente assumersi l’onere dell’approccio generale a questa materia facendo diventare la questione dei DPI una delle proprie priorità. È necessario nominare un direttore della PI od una persona di riferimento per la PI (c.d. PI Champion) e mettere a loro disposizione delle risorse. In questo modo la PI verrà meglio integrata nella strategia d’impiego dell’impresa e la consapevolezza su questo tema aumenterà. In molti casi sarà possibile identificare la persona di riferimento in materia di PI tra coloro che sono più appassionati ed hanno maggiori competenze sull’argomento.

Al PI Champion verrà assegnato il compito di coinvolgere gli altri dipendenti in questioni riguardanti i diritti di proprietà intellettuale per fargli capire l’importanza della PI ed il suo essere parte dei processi aziendali. Avere competenze interne è importante quando si decide di sviluppare la proprietà intellettuale. Le professionalità interne assicurano anche rapporti e follow-up economicamente più efficienti con gli specialisti incaricati della protezione e della tutela dei diritti di proprietà intellettuale.

Le implicazioni dello sviluppo di PI per l’impresa ed i rischi e benefici associati alla PI devono essere concepiti come elementi integranti del processo d’innovazione. Aumentando le conoscenze relative allo sviluppo ed alla protezione della PI, creerete le fondamenta necessarie per l’implementazione di una strategia efficace.

Nessuna PMI in grado di avviare operazioni in Cina è troppo piccola per sviluppare un approccio di protezione dei propri DPI.
.

I DPI più adatti a ciascun’impresa

Lo sviluppo di un approccio personalizzato ai DPI dipende dal settore in cui si opera, dal posizionamento nel mercato, dalle dimensioni e dallo stadio di evoluzione raggiunto dalla vostra impresa, con particolare riferimento al vostro business con la Cina. Questi aspetti concorrono a determinare il valore della PI per un’impresa. In questa fase è necessario che l’importanza della protezione della PI sia già stata recepita a livello dirigenziale, così che la stessa possa rientrare in pieno nei processi aziendali.

Sviluppare una strategia per i DPI

Nessuno penserebbe mai di avviare un’attività senza pianificare una strategia di HR,di marketing o finanziaria, e per molte PMI l’adozione di una strategia di gestione della PI è altrettanto importante ai fini della pianificazione dellacrescita aziendale e del contenimento dei rischi. Indipendentemente dallo stadio in cui si trovano i vostri affari in Cina, sia che siano ancora in fase di pianificazione o ben sviluppati nel corso di diversi anni, è importante avere in piedi una strategia di PI (v)Come accade in relazione ad altri aspetti della strategia aziendale, la linea di approccio alla PI dovrebbe essere inserita tra le prioritàdell’impresa , integrandosi con gli altri aspetti della vostra organizzazione. Avrà molto probabilmente un impatto sulle mansioni aziendali, su ruoli e responsabilità e sui sistemi e le procedure aziendali.

È più facile realizzare un’efficace strategia legata alla proprietà intellettuale se ci si assicura che la stessa rispecchi la strategia globale d’impresa, che terrà in considerazione l’importanza delle operazioni in Cina. A livello commerciale ciò può essere ottenuto collegando la strategia di PI con le tecnologie di commercializzazione. In questo modo sarà possibile legare gli investimenti relativi alla PI ai profitti generati dal business attraverso il suo allineamento con la PI.

Uno degli aspetti prioritari della strategia sarà quello di identificare i diritti di proprietà intellettuale maggiormente rilevanti per la vostra impresa e di assicurarvi che siano previste procedure per il loro sviluppo e la loro protezione. Analogamnete, la strategia dovrebbe inoltre assicurare un approccio dinamico rispetto a come convertire nuove idee in futuri asset di PI, alle modalità di distribuzione dei DPI in collaborazione con terzi a come reagire al meglio alle potenziali violazioni dei vostri DPI.

In commercio vi sono numerosi sistemi gestionali che permettono di supportare l’effettiva implementazione di una strategia di PI. Questi sono per esempio utilizzabili per valutare mediante l’utilizzo di un foglio di calcolo elettronico la situazione delle domande di registrazione e del portfolio di PI assets. Gli elementi chiave di una strategia elencati nelle sezioni successive non vengono generalmente toccate da un’audit.
. Per fare ciò è necessario che completiate una serie di processi/valutazioni:

  • Audit della PI (vi)Un’audit della proprietà intellettuale è un elemento importante ed un punto di partenza della vostra strategia di gestione della PI. Persino le imprese di successo non sempre realizzano cos’è che le rende uniche e competitive e rischiano di non dare sufficiente importanza allo sviluppo ed alla protezione della loro PI, tale da rispecchiarne il valore reale. L’audit sulla PI è disegnata in modo tale da evidenziare sia i rischi che le opportunità che la proprietà intellettuale rappresenta per un’impresa. Questo approccio permette di identificare sia le lacune del portfolio di PI sia gli indicatori di opportunità.

    L’obiettivo dell’audit è di determinare quali sono gli asset di PI della vostra impresa, quali quelli che potrebbero essere generati in futuro ed il livello di rischio che affrontate a causa, per esempio, di lacune nella sicurezza. Generalmente l’audit viene condotto sulle diverse categorie di prodotti e servizi ed in ciascuna divisione aziendale. Questo permette di individuare asset quali processi aziendali ed approcci brevettati e persino i dettagli della protezione dei loghi e marchi aziendali. Sulla base dell’analisi del quadro così delineato sarà possibile determinare le priorità d’azione per la risoluzione delle problematiche emerse. Il piano dovrà obbligatoriamente essere supportato dall’introduzione di regolamenti che ne rendano effettiva l’implementazione.

    Cliccare qui per maggiori informazioni sulla valutazione della PI nella vostra impresa.
    : per valutare la situazione della PI esistente e di quella ancora da sviluppare. Sarà in tal modo possibile determinare le priorità e compiere una valutazione dei propri assets di PI.
  • Dopo il completamento di un’Audit della PI, potrete implementare politiche e processi (vii)Una volta completata l’audit, dovrebbe essere generato una report che elenca i tipi, le classi ed i valori degli asset di PI. Questo sistema permetterà di individuare i DPI registrati e non registrati, oltre ai DPI che rispetto alla totalità del portfolio offrono il maggior potenziale e rischio associato. L’analisi di questi dati permetterà, una volta sviluppato il meccanismo di calcolo del costo connesso alla registrazione di un marchio o brevetto, di determinare le azioni prioritarie. Per il calcolo del costo della registrazione in paesi diversi sono disponibili online strumenti professionali adatti a questo scopo. Tra le altre procedure relative ai DPI sono incluse, per esempio, l’assicurarsi che siano poste in essere procedure di protezione della PI o per lo sviluppo di un processo che ne permetta l’identificazione, lo sviluppo e la protezione. Sarà inoltre necessario studiare procedure che permettano, tramite appositi corsi di formazione, di istruire i dipendenti dell’impresa. (viii) L’implementazione di un efficace sistema di controllo qualità dei processi relativi alla PI richiede un monitoraggio costante delle violazioni che avvengono nel mercato cinese ed una capacità di reagire in modo efficace e sistematico quando una di queste violazioni viene riscontrata. come parte della vostra strategia aziendale e del vostro controllo di qualità che deve essere esercitato sui DPI (viii)L’implementazione di un efficace sistema di controllo qualità dei processi relativi alla PI richiede un monitoraggio costante delle violazioni che avvengono nel mercato cinese ed una capacità di reagire in modo efficace e sistematico quando una di queste violazioni viene riscontrata. L’applicazione di misure di controllo della qualità aiuta inoltre ad assicurare l’implementazione di procedure di revisione dei contratti d’impiego, degli accordi di segretezza , delle pubblicazioni, delle licenze e della gestione dei segreti commerciali. Le procedure di controllo della qualità dovrebbero idealmente essere incluse fra le mansioni del funzionario che si occupa della PI.

    Come sela vostra impresa chiedesse ad un potenziale nuovo assunto di presentare delle referenze e svolgere verifiche sul suo passato, la stessa cosa dovrebbe essere applicata alla selezione di un nuovo partner commerciali in Cina, come per esempio fornitori e distributori. La verifica della attendibilità di un partner commerciale cinese deve necessariamente passare attraverso la verifica della sua business licence. Eventuali incongruenze fra la ragione sociale del partner ed il nome indicato nella licenza potrebbero far scattare un campanello d’allarme e rendere necessari ulteriori chiarimenti.

    Il controllo qualità può essere svolto in maniera più semplice se la vostra impresa ha accesso a strumenti e banche dati nel campo della proprietà intellettuale. La World Intellectual Property Organisation, per esempio, mette a disposizione delle PMI un sito web dedicato al tema della protezione e tutela dei loro DPI.
    . In una prima fase, lo sviluppo di una strategia di gestione/protezione della PI potrebbe apparirvi un’attività complicata e dispendiosa anche in termini di tempo .Perché questo possa contribuire ad accrescere il valore della vostra PI è necessario che diventi parte della routine aziendale.
  • L’implementazione della strategia di protezione della PI deve diventare uno degli elementi cardine dei rapporti con gli altri azionisti del gruppo (ix)Il gruppo dei soggetti coinvolti nelle operazioni di un’impresa comprende i dipendenti, i fornitori, i distributori e gli altri partner commerciali. Per ridurre il rischio di violazioni dei DPI da parte di questi soggetti, è necessario stabilire delle procedure di sicurezza. La due diligence è il primo strumento di gestione del rischio utilizzabile nei confronti dei partner commerciali e può essere supportata dalla conclusione di accordi di segretezza che disciplinino gli scambi di informazioni fra le imprese. Tutti i contratti di impiego dovrebbero contenere clausole di riservatezza e regolamenti sul trattamento della PI. Quando avviate operazioni collegate con la Cina che coinvolgono brevetti o marchi registrati in Europa, la vostra azienda dovrebbe assicurarsi la protezione anche in Cina provvedendo alle registrazioni anche in questo paese. che nella visione più estesa include fornitori, distributori, partner, clienti e dipendenti, in particolare, quando queste relazioni sono incentrate sul trasferimento di tecnologia (x)Il trasferimento di tecnologia è il processo di sviluppo di applicazioni pratiche e commerciali dei risultati della ricerca scientifica. Pur essendo un aspetto di importanza cruciale per molte imprese cinesi, il trasferimento di tecnologia è spesso contrattualizzato senza che vengano previste adeguate clausole a protezione della PI, aprendo così la strada alla contraffazione. Se scegliete di fare ricorso alla licenza quale strumento preferenziale di commercializzazione delle vostra tecnologie, accertatevi di costruire procedure efficaci di protezione della proprietà intellettuale. o di competenze aziendali.
  • È necessario rivedere la promozione diretta ad altre imprese per assicurare un’efficace gestione dei rischi.
  • Contestualmente, dovrete capire quali sono le procedure e gli investimenti connessi alla registrazione dei vostri DPI (xi)La registrazione di marchi e brevetti in Europa non garantisce la loro protezione in Cina. La Cina è un paese che si basa sul principio del “first-to-file”. C’è stato un aumento del numero delle registrazioni in mala fede (furti di identità) di marchi stranieri da parte di società cinesi come pure del loro utilizzo come ragione sociale, verificatisi prima che le imprese straniere avessero provveduto alla registrazione dei loro marchi in Cina. Dal momento che la Cina si basa sul principio del “first-to-file”, quella dei furti di identità è divenuta una problematica rilevante. Infatti, sulla base di questo principio la società cinese che per prima ha registrato il marchio ha il diritto di vietare al legittimo titolare dello stesso di operare nel mercato cinese. Questi, non solo può impedire al legittimo titolare di vendere, produrre o esportare dalla Cina i propri prodotti, ma può pure inondarne il mercato di riferimento con merci contraffatte. In queste circostanze è molto difficile per la parte straniera far valere il proprio diritto senza impiegare anni in azioni a tutela dei propri diritti . Il modo più efficace per contrastare questa problematica è di registrare il prima possibile i vostri marchi e brevetti nel mercato cinese. Si tratta di un classico caso in cui prevenire è meglio che curare. e monitorare la loro applicazione.

Che fare se i vostri DPI vengono violati?

Si consiglia di predisporre una procedura operativa standard a tutela dei vostri DPI (xii)La difesa dei diritti di proprietà intellettuale in Cina può risultare problematica a causa della difficoltà di individuare i contraffattori e dell’insufficienza delle misure deterrenti dovuta all’irrisorietà di sanzioni e multe. È necessario rendersi conto che la pirateria è la regola e non l’eccezione. Registrate i vostri diritti in Cina il prima possibile e monitorare il mercato per scoprire se avete problemi di protezione della PI costituitsce un’attività relativamente semplice e con pochi oneri, al contrario dell’avviare un’azione legale, attività caratterizzata da gravosi oneri probatori. Se vi trovate nella situazione di dover tutelare un vostro diritto, viinvitiamo a contattare l’Helpdesk. Per maggiori informazioni contattateci all’indirizzo enquiries@china-IPRhelpdesk.eu. Nel caso in cui preferiate rivolgervi ad uno studio legale, Vi suggeriamo di chiedere dei preventivi e condurre incontri preliminari con almeno tre candidati. Potete trovare qui maggiori informazioni su come selezionare uno studio legale. che stabilisca, per esempio, le modalità di svolgimento delle indagini oppure come dovrebbe avvenire la selezione di un partner. Tutti gli elementi qui descritti dovrebbero essere concepiti come un ciclo di sviluppo continuo, il quale potrà essere meglio gestito nel momento in cui la dirigenza della vostra azienda avrà sviluppato in modo attivo conoscenza e comprensione dei fattori esterni, come i progressi tecnologici e la situazione della concorrenza.

Ultimo aggiornamento Martedì 08 Novembre 2011 13:49
 
Powered by Analytics for Joomla